DISTORSIONE TIBIO TARSICA: LA RIEDUCAZIONE FUNZIONALE IN ACQUA

Una distorsione della tibio-tarsica, comunemente nota come distorsione alla caviglia, è evento comune non solo nello sport ma anche nella vita di tutti i giorni.

Per distorsione si intende un trauma articolare causato da un movimento forzato oltre il normale ROM (Range Of Motion: normale spazio di movimento per l'articolazione).   

Tale trauma può essere causa di diversi disturbi quali, ad esempio: infiammazioni, edema, dolori, deficit di equilibrio e/o lesioni meccaniche a legamenti, tendini, ossa e capsula articolare.

Superata la fase più acuta del trauma, caratterizzata da immobilizzazione dell'articolazione con tutori o gessi (nei casi più gravi è necessario ricorrere alla chirurgia) il recupero post lesione deve essere trattato in sede fisioterapica, se il fine che si vuole ottenere è una ripresa più rapida ed ottimale delle funzioni motorie del piede. 

Uno degli ambienti elettivi, se non il gold standard, per il recupero funzionale, è l'acqua; grazie alla sua capacità di creare un ambiente microgravitario permette di lavorare in maniera più propedeutica per l'articolazione che può così iniziare precocemente e senza rischi un lavoro funzionale e specifico all'attività sportiva praticata o alla vita di tutti i giorni. 

Così facendo tutte le strutture danneggiate, come tendini, legamenti e muscoli iniziano da subito a lavorare secondo le richieste meccaniche imposte dalla tipologia di movimento che il paziente dovrà affrontare, il paziente stesso inoltre inizia precocemente a percepire gli stimoli propriocettivi proprio da queste strutture intra ed extra articolari precedentemente danneggiate, stimoli che serviranno per programmare vecchi e nuovi schemi motori, ovvero sequenze di movimenti automatici, che nel caso specifico della caviglia, sono prevalentemente collegati all’equilibrio e alla stabilità in un gesto tecnico ad esempio. 

In molte distorsioni di tibio-tarsica inoltre, possono essere presenti delle altre microdistorsioni, dei micro spostamenti di alcune ossa del tarso (l’insieme di retropiede e mesopiede), causati dalla tensione innaturale a cui i tendini, che si inseriscono su queste ossa, sono sottoposti; tali problematiche possono essere risolte con manipolazioni ed esercizi di carico del peso corporeo in maniera graduale, entrambi lavori perfetti per essere attuati in una vasca riabilitativa.

Per una visita gratuita non esitate a contattarci tramite il form qui sotto.

Tommaso - Fisioterapista FisioKinetic Lodi

di Valentina Capuzzi - Sede legale: Via Piermarini snc, 26900 Lodi (LO) Italia - P.IVA: 09301960960 - CF: CPZVNT79P66E648N

credits: Masterwebagency.com

Restiamo in Contatto

Centro Fisio Kinetic:

IVia Piermarini snc
26900 Lodi (LO) Italia

Siamo all'interno della piscina Faustina Sporting Club (1° piano)

T346 6976737

Link Veloci